LE PIÙ BELLE DESTINAZIONI DEL MAROCCO MERIDIONALE

Cime innevate, spiagge dorate, dune e oasi naturali… in nord Africa? Per chi non ha una profonda conoscenza di questo paese, le perle nascoste tra le catene montuose e le dune sabbiose del Marocco sono uno spettacolo di natura e tradizione, di una bellezza tale da fare concorrenza al vicino Egitto, oltre che a numerose destinazioni turistiche sparse per il Medio Oriente e il sud-ovest europeo. Smartbox offre alcune delle migliori opportunità di viaggio per tutti i tipi di turisti, dagli amanti del relax agli avventurieri. Clicca qui per trovare il pacchetto Smartbox che fa al caso tuo: https://www.smartbox.com/

Tra tutti i luoghi che ho visitato nel corso della mia vita, questo ha sempre rappresentato una costante, un posto in cui, volente o nolente, faccio ritorno ogni singolo anno in compagnia della mia famiglia. Ora, essere originaria del Marocco potrebbe compromettere la mia oggettività, soprattutto per quanto riguarda le aree del paese che vi potrei consigliare in questo articolo, ma l’affetto che provo nei confronti di questo paese non mi impedirà di effettuare le giuste critiche quando necessario.

TAGHAZOUT

Conosciuta principalmente per le sue spiagge dorate e le onde alte, Taghazout è la località marittima perfetta per gli amanti degli sport acquatici. Qui potrete trovare numerose scuole dedicate ad attività all’aria aperta come surf, yoga, kite surf, e jet ski, per citarne alcune, oltre ad avere la possibilità di visitare le numerose spiagge e i villaggi circostanti a cavallo o sul dorso di un cammello. Se avete la possibilità di spostarvi pure oltre i piccoli villaggi, verso la tangenziale che collega la località costiera alla città principale della regione, Agadir, un piccolo skate park in cima alla collina vi offrirà la vista più bella sulla riviera, il luogo ideale per effettuare scatti panoramici e, perché no, mettere in pratica le vostre abilità in skate e bmx. L’unica pecca di Taghazout è che si trova a 20 minuti in auto dalla città di Agadir, e i servizi di trasporto pubblico non sono sempre disponibili, quindi organizzatevi di conseguenza per non rischiare di restare bloccati in mezzo al nulla – il Marocco non è il luogo più sicuro al mondo una volta calato il sole.

IMOUZZER

Situata a meno di 100km da Agadir e Taghazout, Imouzzer è tra le località più “googlate” quando si parla di luoghi legati al Marocco. Questa piscina naturale è conosciuta soprattutto come “Paradise Valley” (la nemesi naturale del Devil’s Pulpit, situato a poche decine di miglia da Glasgow, Scozia), e raggiunge il suo massimo splendore intorno al mese di marzo, quando le nevi si sciolgono dando vita alle spettacolari cascate limpide. È possibile tuffarsi dalle rocce o rilassarsi nell’acqua fresca dopo la lunga camminata che porta alla sorgente, e ad oggi è possibile anche gustarsi alcuni piatti locali nei nuovi ristoranti dedicati ai turisti. Dalla Paradise Valley è possibile percorrere un ulteriore distanza di 20km per raggiungere un piccolo centro commerciale rustico gestita dalla tribù di Ida Outanane, ed è l’ideale per avere un assaggio della vita rurale marocchina. L’intera area è perfetta per gli escursionisti e gli amanti delle lunghe camminate, ed è possibile passare la notte all’Hotel des Cascades, che offre una spettacolare vista sul fiume e sulle cascate. Il villaggio di Immouzer offre un souk settimanale, aperto il giovedì fino a tarda notte. La specialità locale è il miele, prodotto da api che si nutrono di timo selvatico, lavanda e altre erbe di montagna.

GUELMIM

Situata nel bel mezzo delle colline sabbiose, Guelmim è una città poco conosciuta e accessibile solo tramite trasporto privato. Conosciuta anche come la Porta del Sahara, negli ultimi vent’anni la città ha subito una trasformazione tanto veloce quanto sorprendente, passando da un piccolo villaggio senza strade a un luogo completamente dedicato ai turisti. Tra le tante novità legate al luogo, un nuovo aeroporto è in costruzione, rendendo dunque molto più facile l’accesso all’area meridionale del paese. A differenza di altre zone del Marocco, Guelmim offre un’esperienza molto più naturale che rustica, permettendo ai visitatori di immergersi nei paesaggi tipicamente africani, tra aree deserte e oasi naturali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *